Miglio Sacro - Palazzo dello Spagnuolo

Scoprire Napoli: il Miglio Sacro

Una cosa è vedere una città e una cosa è viverla (anche in un singolo viaggio, anche se per poco tempo).

Napoli è piena di bellezza, di storicità, di arte e di cultura e un consiglio che possiamo darvi per passare dal semplice vederla al viverla è, in primis, conoscere i luoghi sacri (e non) che raccontano la storia e il vissuto di una città e dei sui abitanti.

 

Il Miglio Sacro di Napoli

Un nome scelto, non a caso, per un percorso che racchiude i tesori culturali e artistici del Rione Sanità. Il Miglio Sacro, infatti, non è solo una visita guidata, ma una tratta lunga davvero un miglio che vi porta alla scoperta di quelli che sono considerati i luoghi di simbolo e culto della tradizione napoletana.

 

Percorre un miglio alla scoperta della storia di Napoli

Le tappe toccate dal percorso sono 9, per un totale di 4 ore di visita alla scoperta della storia di Napoli.

 

I luoghi del Miglio Sacro

 

La Basilica dell’Incoronata

Inizio del percorso è la Basilica dell’Incoronata, costruita tra il 1920 e il 1960, come omaggio e a custodia del dipinto della Madre del Buon Consiglio. La leggenda narra che sia stata proprio la tela a mettere fine all’epidemia di colera scoppiata nel 1884 (anno di creazione del dipinto).

 

Catacombe di San Gennaro

La seconda tappa vi porta alle Catacombe di San Gennaro (alle quali si accede dal giardino della Basilica dell’Incoronata), luogo storico della cristianità partenopea e sito della tomba del santo patrono. Lungo i cunicoli, inoltre, è possibile ammirare i mosaici posti sulle tombe dei primi vescovi di Napoli e gli affreschi delle antiche famiglie napoletane.

 

Basilica di San Gennaro Extra Moenia

Usciti dalle Catacombe, la terza tappa vi conduce alla Basilica Paleocristiana di San Gennaro Extra Moenia, costruita nel V secolo d.C. Il luogo, dalla storia travagliata, è stato poi valorizzato e riportato alla bellezza originaria.

 

Cimitero delle Fontanelle

La quarta tappa non è semplicemente un luogo di culto. Il Cimitero delle Fontanelle è uno degli emblemi del cuore di Napoli e dei napoletani. Entrare nel sito significa respirare la devozione, il rispetto e l’amore dei cittadini verso le anime pezzentelle dell’ossario, anonime certo, ma mai sole. Adottarne una, infatti, vuol dire prendersene cura e non come se fosse un giocattolo, ma come fosse un componente della famiglia a cui chiedere conforto.

 

Basilica di Santa Maria della Sanità

Conosciuta nel Rione come la chiesa di San Vincenzo ‘o Munacone (causa la presenza della statua di San Vincenzo Ferreri, frate domenicano e patrono della Sanità) la Basilica di Santa Maria della Sanità è la quinta tappa del Miglio Sacro. La Chiesa è un autentico museo della pittura napoletana del XVII secolo (non a caso custodisce la rappresentazione napoletana della Madonna con Bambino, salvata dalle Lave dei Vergini nel V-VI secolo d.C).

 

Palazzo Sanfelice

Progettato da Ferdinando Sanfelice a inizio Settecento come residenza privata, il Palazzo è un capolavoro del barocco napoletano. Con la particolare scalinata interna ad ali di falco il cortile è stato scenografia del film Questi Fantasmi!, tratto dalla commedia di Eduardo De Filippo.

 

Palazzo dello Spagnuolo

Commissionato a Ferdinando Sanfelice dal marchese di Poppano, la settima tappa del percorso è uno dei palazzi più famosi di Napoli: Palazzo dello Spagnuolo.

 

Chiesa di Santa Maria dei Vergini

Ottava tappa è la Chiesa di Santa Maria dei Vergini. Voluta nel 1326 dagli abitanti del Borgo dei Vergini e poi ceduto ai frati Crociferi di San Cleto, fu quasi completamente distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale.

 

Porta San Gennaro

Ultima tappa del tour è la Porta di San Gennaro, ovvero la porta più antica di Napoli, da cui passavano i blocchi di tufo provenienti dalle cave. Dopo la peste del 1656 fu aggiunta un’edicola affrescata come ex-voto che raffigura San Gennaro, Santa Rosalia e San Francesco Saverio che pregano per la fine dell’epidemia.

 

Come prenotarlo e quando

Il percorso, con ingresso presso le Catacombe di Napoli, in Via Capodimonte 13 (adiacente alla Basilica del Buon Consiglio), è organizzato su prenotazione ed è effettuabile sabato, domenica e nei giorni festivi scrivendo a prenotazioni@catacombediapoli.it . Il costo è di 15€ compreso d’ingressi e visita guidata. Durante l’itinerario, infatti, sarete sempre accompagnati da una guida che vi racconterà storia e leggende legate a ogni tappa.

Condividi questo articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Info e Prenotazioni